Trekking sulle montagne svizzere:

camminate di fine estate e autunnali con panorami mozzafiato

La fine dell’estate e l’autunno sono ideali per fare escursioni in Svizzera: le temperature sono piacevoli e i colori caldi, le foglie si tingono vivacemente e le nevicate sono ancora lontane. Vi presentiamo le nostre tre escursioni autunnali preferite.

Un paesaggio
Foto: Getty Images

Leggende e natura grandiosa in Vallese:
il sentiero d’alta montagna del Lötschental

Il sentiero d’alta montagna del Lötschental conduce dalla stazione in quota del Lauchernalp (alt. 1969 m.) alla Fafleralp (1760 m.). La valle è davvero magica e si intreccia con numerose leggende descritte sulle tavole lungo il sentiero d’alta montagna. L’escursione autunnale attraverso pascoli e boschi profumati è in netto contrasto con i ghiacci del Petersgrat che sovrastano il sentiero. Sul lato opposto della valle si erge imponente il Bietschhorn, alto quasi 4000 metri. Un punto culminante dell’escursione è il cristallino Schwarzsee, dove si possono fare grigliate e persino nuotare. L’escursione è ideale anche per le famiglie. 

Lunghezza e dislivello

Il sentiero di 9 chilometri si percorre in 3 ore circa ed è aperto da giugno a ottobre. La risalita ha un dislivello di circa 260 metri, la discesa di 440 metri.

Descrizione del percorso

Dall’alpe del Lauchernalp si prosegue per un centinaio di metri lungo la stradina sulla destra. Poi si seguono le indicazioni per la Fafleralp per circa un’ora in salita verso la Weritzalp. Si scende quindi attraverso la Tellialp fino al lago Schwarzsee e si prosegue verso la Fafleralp. Da qui è possibile prendere l’autopostale per Goppenstein o Wiler (Lötschen) 

Punti di ristoro

La Lauchernalp, la Tellialp e la Fafleralp offrono accoglienti strutture con ristorazione. 

Partenza

Una funivia porta da Wiler (Lötschen) alla Lauchneralp.

Auto: da Kandersteg con il treno navetta attraverso la galleria del Lötschberg fino a Goppenstein, da lì in pochi minuti di automobile fino a Wiler.

TP: con l’autopostale da Goppenstein a Wiler (Lötschen), stazione a valle.

Impressionanti falesie calcaree:
il sentiero circolare attorno ai Gastlosen

Questa escursione autunnale si snoda attorno ai Gastlosen, una catena di imponenti falesie calcaree ai piedi delle Prealpi Friburghesi. Inizia e finisce sopra Jaun, presso la stazione in quota Musersbergli, a 1540 metri di altitudine. 

Il sentiero è molto eterogeneo: inizialmente si attraversano verdeggianti pascoli alpini, proseguendo ci si avvicina alle imponenti e frastagliate rocce calcaree dalle pareti scoscese, ci si addentra poi nel bosco Stillwasserwald e, nel punto più alto, il sentiero è ciottoloso e roccioso. La vista sulle Alpi Bernesi e sulle vette vallesane di oltre 4000 metri è meravigliosa. 

Per gli amanti della velocità, alla stazione in quota Musersbergli è possibile noleggiare dei monopattini e scendere per circa cinque chilometri fino a Jaun. 

Lunghezza e dislivello

Il sentiero lungo 11 chilometri si percorre in circa 4 ore e mezza ed è aperto da giugno a ottobre. La salita e la discesa hanno un dislivello di circa 780 metri. 

Descrizione del percorso

Da Musersbergli si cammina fino allo chalet Soldatenhaus, poi si attraversa il bosco Stillwasserwald. Fino al punto più alto, il Wolfsort, si sale a 1921 metri di altitudine. Poi si scende leggermente, superando lo Chalet Grat. Chi ha ancora energia può camminare attraverso lo Stillwasserwald fino a Jaun. In alternativa si può rientrare a Musersbergli e prendere la seggiovia per Jaun. 

Punti di ristoro

Alla capanna Musersbergli e al Soldatenhaus ci si può ristorare ammirando panorami mozzafiato. 

Partenza

Da Jaun con la seggiovia fino alla capanna Musersbergli.

Auto: fino a Jaun; il parcheggio dista 400 m dalla stazione a valle della seggiovia.

TP: con il bus n. 245 da Friburgo o con il bus n. 260 da Bulle fino a Jaun, Kappelboden.

Giro d’orizzonte sul Lago dei Quattro Cantoni:
sul crinale del Rigi

Un classico dell’escursionismo sulla regina delle montagne – con una fantastica vista panoramica sul Lago dei Quattro Cantoni, l’Altopiano svizzero, le Alpi svittesi e il maestoso Pilatus. La facile escursione inizia a Rigi Kaltbad (alt. 1400 m.) e conduce a Rigi Kulm (1800 m.). 

Il percorso è adatto anche alle famiglie con bambini. Sono sufficienti scarpe da trekking basse in quanto il sentiero è ben curato. 

Lunghezza e dislivello

L’escursione autunnale è lunga 4 chilometri, dura circa 2 ore e può essere effettuata da giugno a ottobre. La salita ha un dislivello di 374 metri. Chi preferisce camminare in discesa può percorrere il sentiero in direzione opposta procedendo da Rigi Kulm a Rigi Kaltbad.

Descrizione del percorso

Dalla stazione Rigi Kaltbad si raggiunge a piedi la piattaforma panoramica Chänzeli, si prosegue fino a Rigi Staffel e parallelamente alla ferrovia a cremagliera fino a Rigi Kulm. Da Rigi Kulm si può rientrare con la ferrovia a cremagliera a Rigi Kaltbad o Vitznau. 

Punti di ristoro

A Rigi Kaltbad, Rigi Staffel e Rigi Kulm chalet e ristoranti vi delizieranno con le loro gustose specialità. 

Partenza

La località di Rigi Kaltbad non è raggiungibile con i veicoli, ma solo con la ferrovia a cremagliera da Vitznau o con la funivia da Weggis.

Auto: sono disponibili parcheggi presso la stazione a valle di Weggis o a 100 metri dalla stazione a valle di Vitznau.

TP: con l’autopostale o in battello fino a Weggis o in autobus fino a Vitznau.

 

Qui trovate altre escursioni ad anello in Svizzera.

Scoprite qui cosa tenere a mente nella scelta dell’attrezzatura per le vostre escursioni autunnali e come impermeabilizzare correttamente le scarpe da trekking.

Anche questo potrebbe interessarvi

 

Via libera a una vacanza rilassata

Autonoleggio spensierato

Prendere l’aereo per la meta delle vacanze, esplorare il paese ed essere flessibili e indipendenti: l’ideale è al volante di un’auto. Vi mostriamo come trovare un’auto a noleggio conveniente, confrontare i veicoli ed evitare i costi nascosti.

Farsi un frappè è davvero facile

Ricette di frappè per tutti i gusti

I frappè dolci a base di latte sono un rinfresco delizioso nelle giornate calde estive. Che siano classici alla vaniglia o in variante esotica all’arancia e al mango, i frappè sono estremamente facili da preparare in casa. Vi diamo qualche dritta.