Spumante, champagne e Prosecco

Ricette da festa per preparare cocktail semplici con spumante

A chi non piace brindare con spumante, Prosecco o champagne? Lo spumante è perfetto per ogni occasione: un aperitivo, una festa di compleanno, a Capodanno. Oltre a illustrarvi le differenze tra i vari spumanti di qualità, vi riveliamo alcune ricette per preparare cocktail con spumante.

Tre bicchieri di spumante
Foto: Getty Images

Cos’è lo spumante?

Lo spumante è un vino schiumoso di qualità con cui pressoché chiunque ha brindato innumerevoli volte. Sapete quando la bevanda gassata si guadagna il titolo di spumante? 

Il fattore decisivo è la produzione: nello spumante l’anidride carbonica non viene semplicemente aggiunta come in un vino schiumoso qualsiasi. Lo spumante nasce dopo una seconda fermentazione, in cui al vino di base vengono aggiunti lievito e zucchero. Inoltre, lo spumante deve contenere almeno il 10% di alcool. 

Differenze tra spumante, Prosecco e champagne

La parola “spumante” raccoglie tutti i vini schiumosi di qualità. Prosecco e champagne sono tipi di spumante con determinate caratteristiche:

· il Prosecco Spumante viene prodotto esclusivamente con determinati tipi di uva in una regione ben precisa dell’Italia nord-orientale. Presenta un contenuto alcolico minimo dell’11%. Esiste anche la variante Prosecco Frizzante, tuttavia non può essere definito spumante poiché il suo contenuto alcolico non può superare il 9% .

· Lo champagne viene prodotto esclusivamente nell’omonima regione francese e da determinati tipi di uva. La seconda fermentazione avviene unicamente nella bottiglia, e non in serbatoi in acciaio come per numerose tipologie di spumante. Poiché questo processo risulta più impegnativo, nella maggior parte dei casi lo champagne è più costoso rispetto a uno spumante. 

------------------------------------------------------------------------------------------------

Ricette per cocktail con spumante

Preparate cocktail semplici con spumante, da gustare come aperitivi o alla festa di Capodanno. Tutte le quantità si riferiscono a un bicchiere. 

Spumante con granatina

Mettere 2 cubetti di ghiaccio in un bicchiere da spumante. Riempire il bicchiere per due terzi con uno spumante secco e aggiungere acqua tonica fino a riempirlo completamente. Infine, aggiungere una spruzzata di sciroppo di granatina.

Hugo al lampone

Mettere 2 cubetti di ghiaccio in un bicchiere da spumante e aggiungere una spruzzata di sciroppo al sambuco, una piccola manciata di lamponi e 2-3 foglie di menta piperita. Completare la bevanda con uno spumante secco o Prosecco Spumante. 

Kir Royal

Versare 1 cucchiaino di liquore al ribes nero, ad esempio Crème de Cassis, in un bicchiere da spumante e riempirlo con champagne.

Bellini

Riempire per un quarto un bicchiere da spumante con purea di pesca fredda o succo di pesca freddo, e spruzzare con Prosecco. Mescolare accuratamente con un bastoncino da cocktail. Se necessario, addolcire la bevanda con una spruzzata di sciroppo di zucchero. 

Cocktail con uva e arancia

Riempire a metà un bicchiere da vino bianco convesso con succo d’uva appena spremuto. Aggiungere 2 cucchiai di Aperol e 1 cucchiaio di liquore all’arancia, mescolare bene e spruzzare la bevanda con uno spumante secco. 

Prosecco con limoncello italiano

In un bicchiere da spumante mettere 2 cubetti di ghiaccio, 1 fetta di limone sottile e 1 cucchiaio di limoncello (o limoncino). Riempire il bicchiere con Prosecco o con uno spumante secco, e mescolare accuratamente con un bastoncino da cocktail. 

Aperol Spritz

Mettere 3-4 cubetti di ghiaccio in un bicchiere da vino bianco convesso e riempirlo di Prosecco per due terzi. Quindi, aggiungere una spruzzata di acqua minerale gassata, riempire il bicchiere con Aperol e mescolare con un bastoncino da cocktail. Infine, mettere una fetta d'arancia nel bicchiere. 

French 75

Versare in uno shaker 3 cucchiai di gin, 2 cucchiai di succo di limone e 1 cucchiaio di sciroppo di zucchero e agitare energicamente il tutto. Servendosi di un filtro a maglie fitte, versare la bevanda in una coppa da champagne e riempirla con champagne. 

Black Velvet

Riempire a metà un bicchiere di champagne con birra Guinness. Quindi, finire di riempirlo accuratamente con champagne. 

Cocktail alla ciliegia della Foresta Nera

In un bicchiere di spumante mettere 3 cubetti di ghiaccio, 2 cucchiai di acquavite di ciliegie e 1 cucchiaio di liquore alla ciliegia, quindi mescolare bene con un bastoncino da cocktail. Riempire il bicchiere con champagne.

Leute feiern mit Sekt La gente festeggia con lo spumante
Foto: Getty Images
Come funziona la tradizionale fermentazione in bottiglia

La fermentazione in bottiglia è il metodo più impegnativo per produrre lo spumante. Lo champagne va rigorosamente prodotto con questa tecnica, mentre nel caso degli spumanti meno costosi la fermentazione spesso avviene in un serbatoio di acciaio. 

Ecco come funziona: Al vino di base vengono aggiunti lievito e zucchero. La bottiglia viene chiusa con un tappo di sughero e riposta a testa in giù. Il processo di fermentazione può richiedere fino a 48 mesi. Per togliere il lievito dalla bottiglia, il collo della stessa viene immerso in un bagno ghiacciato: in questo modo il lievito si indurisce e viene estratto dalla bottiglia sotto forma di blocco di ghiaccio. 

In seguito, la bottiglia viene riempita con lo stesso vino o con un vino diverso, chiusa con un tappo da spumante e messa a riposo per almeno altri due mesi.

Blue Samoa, Green Flip o Crodino Spritz: qui trovate ricette gustose per preparare cocktail analcolici

Anche questo potrebbe interessarvi

Le alternative all’albero di Natale

Idee creative per un’atmosfera festosa

Ogni anno, in Svizzera viene venduto oltre un milione di alberi di Natale. Appena finite le feste, però, tutti questi alberi finiscono nei rifiuti del giardino. Qui potrete trovare delle alternative creative all’albero di Natale.

Isolare meglio case ed edifici

Ecco come funziona l’isolamento termico

Se una casa non è isolata a dovere, disperderà continuamente il calore durante la stagione fredda. Arginare la dispersione di calore consente di risparmiare denaro ed energia - e l’ambiente ringrazia. Ecco come funzionano l’isolamento interno, l’isolamento esterno e l’isolamento delle intercapedini.