Animali domestici e bambini: cosa considerare

Qual è l’animale adatto a me? Consigli per famiglie

Le persone amano gli animali. Lo si nota già nei bambini, quando osservano sorpresi ed entusiasti gli animali. Subito nasce il desiderio di un proprio animale domestico. Scoprite quali animali sono idonei per i vostri figli.

Una bambina con un animale domestico
Foto: Getty Images

Il desiderio di avere un animale andrebbe se possibile soddisfatto, perché nulla può arricchire di più l’infanzia e la giovinezza che crescere con un amico a quattro zampe. Tuttavia un animale non è un giocattolo e assumersi la responsabilità di un essere autonomo è cosa tutta da imparare. È importante che i genitori insegnino con il buon esempio.

Da un bambino non ci si può aspettare che si prenda cura dell’animale di casa per un lungo periodo di tempo, tutt’al più gli si può assegnare un ruolo di aiutante sporadico. Inoltre i bambini piccoli non sono in grado di vedere gli animali come esseri viventi indipendenti, per cui potrebbero trattarli come il loro animale di pezza, con il rischio di brutte conseguenze per il bambino e per l’animale. Pertanto, in particolare i bambini piccoli, non dovrebbero essere lasciati soli quando interagiscono con l’animale di casa.

Come imparano i bambini a essere responsabili?

Un animale richiede molte attenzioni, tempo e cure da parte dei genitori. Anche i bambini più diligenti devono prima imparare come comportarsi con il loro animale e comprendere le sue necessità. Tutto ciò lo apprendono dall’esempio dei genitori. I genitori quindi non dovrebbero aspettarsi che il figlio sia in grado di prendersi cura da solo dell’animale di casa, bensì prepararsi all’idea che saranno loro ad assumersi la maggior parte, se non l’intera, responsabilità.

Quali animali sono idonei per i bambini?

Per i genitori, coniglietti e porcellini d’India sono più comodi come animali da compagnia per i figli. Tuttavia questi animali timidi non sono per nulla adatti ai bambini e spesso trascorrono una vita triste in una gabbia nell’angolo della stanza dei bambini.

Regola generale: quanto più l’animale ha il piacere d’interagire con le persone e più è adatto come animale da compagnia per bambini. Gatti e cani sono al primo posto e spesso anche in cima alla lista dei desideri dei bambini.

I cani come animali da compagnia per bambini – cosa considerare?

I cani sono tra gli animali da compagnia quelli che richiedono maggiore impegno e cure. Devono essere allevati ed educati in modo consapevole, paragonabile all’educazione di un bambino piccolo. A dipendenza del cantone è obbligatorio seguire dei corsi teorici e pratici. Ci sono anche cani che non accettano i bambini, perché da cuccioli non hanno mai avuto contatto con loro o hanno fatto brutte esperienze.

Un bambino con un cane
Foto: Getty Images

Simili cani non sono adatti come animali da compagnia per bambini, poiché è difficile se non impossibile abituarli ai bambini. In particolare i cani provenienti da un canile potrebbero avere alle spalle un passato difficile. Se da cuccioli, nell’importante periodo da 8 a 16 settimane, non hanno conosciuto nessun bambino, talvolta è difficile recuperare in seguito.

Pertanto chi decide di prendere un cane dal canile, dovrebbe assicurarsi che accetta positivamente i bambini. Al riguardo l’esperienza di chi lavora al canile può essere d’aiuto, poiché conosce i suoi ospiti.

Conflitti tra animali domestici e bambini

I genitori devono tenere presente che i cani non si sentono subordinati a un bambino. Per i genitori è ovvio che il figlio viene prima del cane, ma un cane adulto raramente si lascia dare ordini da una persona non adulta. Vede il bambino come un proprio pari e lo accetta come un suo simile. Tuttavia di regola percepisce come un affronto se il bambino vuole dare ordini o contendergli, dal suo punto di vista, il posto, il cibo, le attenzioni o altre risorse.

Non bisognerebbe quindi farsi aspettative sbagliate nei confronti del cane e rispettare le sue esigenze. Il cane si orienta alle persone adulte e si aspetta che queste si adoperino per le sue esigenze e, se del caso, mettano ordine affinché non sia costretto a farlo lui stesso.

Costi – quale animale da compagnia è adatto a me?

I costi correnti di mantenimento di un animale domestico si situano tra 1000 e 2000 franchi all’anno. A prima vista cani e gatti appaiono più costosi di altri animali. Tuttavia anche porcellini d’India e uccellini hanno bisogno di molte cure e di attrezzature.

Oltre ai costi iniziali d’acquisto, durante la vita dell’animale occorre far fronte anche ai costi del veterinario, ad esempio per le vaccinazioni. Prima di scegliere un animale da compagnia occorre assolutamente chiarire chi se ne occuperà durante le vacanze. Potrebbe anche capitare di dover rinunciare a una vacanza se l’animale è malato. Anche questo fa parte delle responsabilità.