500 anni di mode

Testo: Steffi Hidber; Illustrazioni: artifox.co.uk

le tendenze più pazze del passato

Quando un capo di vestiario è «moda» e quando è un «capo di tendenza»?

ragazzi danza
Photo: Getty Images

La percezione di cosa si può indossare oppure completamente folle è comunque soggettiva. Tuttavia se compariamo la moda attuale con i libri di storia, emergono cose già viste. Immergetevi nella storia delle mode insolite e divertenti delle epoche passate!

Le tendenze vanno e vengono... e tornano con una frequenza sorprendente! Queste cinque tendenze annunciate per il 2018 ci sembrano in ogni caso sospette in quanto a originalità.

1. Marsupi: negli anni Ottanta le piccole borsette in nylon da mettere attorno alla vita erano particolarmente trendy. E per il 2018 è stato annunciato il loro grande ritorno. La mummia del pastore «Ötzi» attraversò oltre 5000 anni fa le alpi con un simile marsupio!

2. Baschine: le piccole camicette con allacciatura con ruche, che nelle scorse stagioni decoravano i fianchi delle camicette da donna, tornano regolarmente di moda dal XIV secolo. Sembra proprio che l’esaltazione della silhouette femminile non passi mai di moda...

3. Trench: il classico impermeabile londinese da indossare con ogni tempo non ha in pratica mai subito modifiche dalla sua invenzione alla fine del XIX secolo. Anche gli inventori dell’originale Thomas Burberry e Aquascutum rimangono un punto di riferimento.

4. Pantalone cargo: sviluppato per i soldati durante la seconda Guerra mondiale, il pantalone da lavoro con le tasche laterali sulle cosce 20 anni fa era un capo imprescindibile per gli amanti della moda. Ora è tornato a calcare le passerelle.

5. Tuta da jogging in velluto: neppure ciò che era trendy 2000 anni fa è a prova di revival! Neppure il pantalone da jogging decorato con pietrine di strass e la maglia con cappuccio che star come Paris Hilton trasformarono in un culto oltre 20 anni fa.

Cinque pazze mode del passato

Illustrazione imbottiture

1500 – imbottiture

Più è grande e meglio è? Nel XVI secolo lo stile «imbottito» era molto di moda. Il nobile del XVI secolo riempiva con imbottiture di lana o segatura maniche, calzoni e spalle; gli uomini più benestanti addirittura anche la pancia per avere un aspetto più imponente.

Illustrazione gorgiera

1600 – gorgiera

L’obiettivo degli spagnoli era creare una controtendenza rispetto alla moda rinascimentale un po’ troppo libera. Nonostante non fosse certo comodo, questo colletto rigido, inamidato e pieghettato, introdotto nel XVI secolo, rimase un accessorio di gran moda per lunghissimo tempo. In tutta Europa la gorgiera era un elemento fisso del guardaroba elegante per la sera, sia per gli uomini che per le donne.

Illustrazione jupegonna «zoppicante»

1910 - gonna «zoppicante»

Un esempio perfetto di moda assolutamente poco pratica è stata la gonna «zoppicante», il inglese «hobble skirt». Questa gonna lunga almeno fino al polpaccio era talmente stretta al ginocchio o alle caviglie da permettere solo passi piccolissimi e la donna che la indossava sembrava «zoppicare». Dopo una serie di incidenti dovuti alla ridotta possibilità di movimento, durante la prima guerra mondiale questa gonna passò definitivamente di moda. 

illustration jupon

1910 – sottoveste

Alle feste a base di rock’n’roll non poteva mai mancare la gonna a campana! Questa gonna morbida e svolazzante era particolarmente sfacciata se sotto si indossava una sottoveste: la sottogonna a più strati in organza frusciante sottolineava ancora di più la silhouette altamente femminile e risultava particolarmente impertinente durante i balli sfrenati dell’epoca.

Illustrazione scarpe con la zeppa

1990 – scarpe con la zeppa

Le scarpe con la zeppa erano già di moda negli anni Settanta, ma negli anni Novanta, con la generazione tecno, si impose una versione tutta nuova: la scarpa da ginnastica con la zeppa spessa in gomma, un must per ogni partecipante ai rave – che ora sembra timidamente tornare alla ribalta!

Tre blog di moda decisamente stimolanti

Questi tre blogger sono insuperabili in fatto di fiuto per la moda: si consiglia di guardare e di imitare.

www.theblondesalad.com

La blogger italiana Chiara Ferragni è oramai da parecchi anni una delle più seguite. Siamo curiosi di scoprire come la sua maternità influenzerà il suo stile!

www.unelibanaiseaparis.com

Il mondo della moda di Samar, libanese residente a Parigi, è sempre incredibilmente chic, e sempre facilmente indossabile – con molti stimoli su come integrare l’eleganza parigina nel proprio guardaroba.

www.brightbazaarblog.com

«Make you smile style» è il motto del giovane americano Will Taylor, che sul suo blog fa del classico stile «gentleman» una forma d’arte grazie ad accessori colorati.