l percorso verso la serenità

Ridurre lo stress e imparare la serenità

Affrontare con serenità le sfide della vita e ridurre lo stress quotidiano: chi non lo vorrebbe? Che apprezziate il relax e lo svago o che siate alla ricerca di una vita saggia ricordate: si può imparare la serenità.

Una donna medita
Foto: Getty Images

L’attività lavorativa quotidiana è costellata da continue insidie e ovunque viene richiesta la perfezione: una situazione che favorisce inevitabilmente lo stress. Se volete imparare la serenità, il primo passo è vedere le cose dal lato positivo.

Attraverso la serenità come attitudine mentale potete ridurre lo stress e raggiungere la calma interiore. Inoltre questa serenità non va solo a beneficio vostro, ma anche delle persone che vi circondano ogni giorno. Infatti chi affronta imperturbabile le situazioni quotidiane con fare «cool» ottiene il rispetto e l’ammirazione dei colleghi di lavoro.

Ridurre lo stress nell’attività lavorativa quotidiana

Per avvicinarvi all’obiettivo della serenità, inserite l’accettazione nella lista delle caratteristiche e delle doti auspicate. Accettare le situazioni che non possiamo cambiare è un comportamento saggio. In questo modo, ad esempio, le catastrofi nel mondo del lavoro appaiono sotto una luce completamente diversa.

Chi accetta la possibilità di commettere errori e che quindi errare è umano, non viene sopraffatto dall’agitazione e dalla frenesia. Inoltre molte cose appaiono imperfette solo agli occhi del vostro capo, per il quale il fattore tempo gioca un ruolo fondamentale. Tuttavia per evitare il burnout la parola chiave è «rallentare» e il motto «ridurre lo stress». Non ha alcun senso agitarsi per delle cose che non potete in alcun modo cambiare.

Il valore della serenità in filosofia

Dal punto di vista filosofico, l’imperfezione potrebbe essere motivo di cruccio, tuttavia essere costantemente turbati può ferire l’anima. Adottando un’ottica positiva evitiamo di far soffrire la nostra anima.

Una volta compreso e accettato che la serenità è la chiave per la felicità e che spesso comporta anche rinunce e sacrifici, potete superare diverse situazioni turbolente. Ciononostante mantenete la vostra parte attiva nell’affrontare gli eventi, all’insegna della saggezza. Il teologo americano Reinhold Niebuhr ha scritto la preghiera della serenità: «Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso, e la saggezza per conoscere la differenza.»

Come imparare la serenità

Ridurre semplicemente lo stress non basta per trovare una pace interiore duratura. Per evitare sofferenze interiori e burnout bisogna lavorare su se stessi. Potete imparare la serenità, ad esempio, imponendovi momenti di relax in un mondo laborioso e frenetico. In questo senso possono aiutare passeggiate nella natura, hobby appassionanti, chiacchierate con gli amici e un buon sonno ristoratore.

Inoltre sono efficaci anche le tecniche di rilassamento muscolare progressivo, la meditazione, gli esercizi respiratori e il tai-chi. Ridurre lo stress in una realtà complessa come la nostra significa anche trovare la propria strada e non farsi condizionare o travolgere da tutte le mode lanciate dai media e che caratterizzano la vita pubblica.

Gruppo tai-chi
Foto: Getty Images

Come trovare la calma interiore

Non dovete necessariamente percorrere il «cammino dell’illuminazione» come il Budda, ma nell’immenso tesoro di esperienze dei buddisti potete trovare la forza per resistere. Ovunque in internet potete leggere perle di saggezza buddiste: sono un inno alla vita, aiutano a rafforzare se stessi e favoriscono il raccoglimento interiore e la serenità.

Lo stress si può ridurre anche attraverso degli esercizi di visualizzazione attraverso i quali creare davanti al vostro occhio interiore un «luogo di pace interiore», a cui tornare ogni volta che ne avete bisogno. Potete visualizzare tutto ciò che risponde alla vostra anima, ad esempio un animale guida. In un mondo sempre più frenetico anche la meditazione è un buon metodo per entrare in armonia con se stessi e con la vita.